Palazzina a Montespaccato, Roma

Esterni ed interni - Progetto

Una palazzina in pessime condizioni, rivestita con blocchi di tufo grezzo, riceve il giusto restyling che le spetta.

All'esterno si è deciso di impreziosire i muri con marcapiano in pittura bianca, creati in corrispondenza dei solai dei terrazzini presenti, creando un contrasto con la pittura beige di fondo. Anche gli infissi sono stati impreziositi inserendoli all'interno di cornici di pittura bianca.

All'interno, gli spazi esistenti dei 2 appartamenti sono stati modificati frazionando ciascuno in 2 unità abitative pressoché identiche, con la sola eccezione dei due piani superiori che godono del terrazzo sul tetto (diviso a metà).


Ogni appartamento è composto da una zona living con cucina a pianta aperta, due bagni, una matrimoniale e uno studio/cameretta, oltre a due balconi aggettanti con ringhiere in ferro battuto, risalenti all'epoca di costruzione del palazzo.


Per la zona giorno la scelta è ricaduta su piastrelle in stile anni '50, nelle tonalità neutre del bianco e nero, dando modo alle restanti texture della stanza di spiccare. 

Un esempio è la fascia gialla che incornicia la cucina, e il disegno sulle mattonelle a parete. Quello che ne emerge è uno stile fresco e pulito, dove non mancano le tonalità naturali del beige, inserite per donare quello che amo definire "un comfort visivo della composizione".

Nelle camere i pavimenti scelti sono in rovere naturale spazzolato, mentre nei bagni si è scelto il più pratico gres effetto legno.